lunedì 23 luglio 2012

Catherine Bach: un azzardo ben riuscito




Il personaggio di questa settimana salta fuori dai miei ricordi di ragazzina e mi è stato ispirato dalle numerose adolescenti che quotidianamente vediamo girare per le strade della città e che sono vestite, molto probabilmente senza saperlo, proprio con la "divisa"che rese famosa Catherine Bach, ovvero gli shorts di jeans.

I pantaloncini extra corti si dividono, assieme alla minigonna, i favori delle gambe slanciate e abbronzate, durante le giornate estive. E' da qualche stagione che gli hot pants sono infatti ritornati in auge e questo mi ha fatto ripensare a quando assieme alle mie amiche volevamo tutte divenire emule di Catherine Bach, ovvero Daisy Duke.




Catherine Bach per i miei compagni di classe era il sogno proibito, per noi femminucce il peggior incubo possibile!

Catherine, probabilmente, è stata la prima donna con cui ci siamo confrontate e di cui abbiamo invidiato il fisico e cercato di copiare l'accattivante modo di fare, perchè Daisy, ovvero Catherine, non era una svenevole bambolona sexy, anzi era quello che tutte noi aspiravamo a diventare: una ragazza sicura di sè, che non aveva paura di dire la sua, indipendente, che non celava né la sua avvenenza, nè la sua intelligenza.

Il tutto avveniva in maniera così naturale che Daisy non risultava mai volgare, nemmeno quando sui vertiginosi tacchi a spillo camminava tra i tavoli del bar  di Boss Hogg, servendo birra agli avventori e mettendo in mostra le splendide gambe, assicurate per un milione di dollari!



Catherine Bach, attrice statunitense è stata anche il vanto della comunità latina, in quanto, a dispetto del cognome che rivela, per parte di padre, origini teutoniche, aveva una mamma messicana.

La sua fama e fortuna è legata alla serie televisiva Hazzard, trasmessa da noi dalle reti mediaset.
Catherine vi interpretava Daisy Duke, la cugina di Bo e Luke Duke, i protagonisti, che si divertivano a scorrazzare per le strade e praterie della contea di Hazzard sul Generale Lee.




Il Generale Lee è una Dodge Charger del 1969 ed è una delle macchine più famose della cinematografia mondiale. Di colore arancio e con la bandiera degli stati confederati del sud dipinta sul tetto, l'anno scorso, la prima versione del Generale, usata nella prima serie, è stata messa all'asta.

Quanti pomeriggi passati a vedere Hazzard! Avevo un debole per Bo Luke, il biondo, e devo dire che ci ho visto giusto, anche se sono passati molti, molti anni, si è mantenuto decisamente bene: infatti è stato l'interprete del papà del giovane Superman, nella serie televisiva Smallville.

Di Catherine si sono invece perse le tracce.
Diciamo che come molte attrici ha avuto il suo momento e poi senza rimpianti si è ritirata a vita privata facendo la moglie e la madre.

La sua divisa rimane comunque un classico che torna sempre di moda, occorre però buon senso nell'adottarla.




I pantaloncini in jeans possono anche essere portati in città, ma solo se si è teen agers o ventenni....se invece le lancette dell'orologio si sono spostate più avanti, meglio lasciare perdere. Alle ragazzine si perdonano anche gambe non perfette alla Daisy Duke, ma a una donna sugli enta o anta o ha il fisico stratosferico di Cameron Diaz, altrimenti meglio coprire!

Tuttavia esiste un posto, dove tutte, ma dico proprio tutte, giovani e tardone, con gambotte tornite o gambe affusolate, possono sfoggiare i Daisy Duke pants senza rischiare il ridicolo: il bagnasciuga, in spiaggia siamo tutte autorizzate a sentirci Catherine Bach.