sabato 29 dicembre 2012

Tendenze dall'Estremo Oriente: Mori Girls



Il Giappone è uno dei Paesi più affascinanti da visitare per gli amanti della moda in quanto i ragazzi del Sol Levante sono estremamente creativi. Mentre in Europa al massimo ti puoi imbattere in un punk o in un Emo, le subculture dei giovani giapponesi sono numerose.
Questa settimana parliamo delle Ragazze Mori.


La subcultura delle ragazze Mori ha iniziato ad emergere due o tre anni fa, grazie al sito di social network Mixi.
Mori in giapponese significa foresta e queste ragazze cercano di assomigliare agli abitanti dei boschi che popolano le fiabe nordiche. La Scandinavia è la loro principale fonte di ispirazione.



Le ragazze Mori si vestono con abiti di ispirazione vintage, abiti morbidi e larghi, bluse, maniche a sbuffo, leggins. Preferiscono i tessuti naturali a quelli sintetici e amano le tonalità autunnali che richiamano il foliage come il rosso scuro, il verde, il marrone e naturalmente il blu. Molto popolari però sono anche il bianco, il beige, il marrone e l'avorio.



Raramente indossano scarpe con il tacco, limitano il trucco cercando di fare risaltare il candore della pelle e sopratutto tengono le unghie delle mani corte.


Gli accessori delle ragazze Mori sono piccoli orologi da tasca oppure ciondoli di piccole dimensioni, meglio se d'oro e dei primi del Novecento.




La maggior parte di queste ragazze non vive però in una foresta o in campagna come si potrebbe pensare, bensì in città. La loro non è solo "moda" ma anche uno stile di vita che si contrappone alla frenesia della metropoli.


Le ragazze mori prediligono la "lentezza", cercano di assaporare e di godere dei piccoli piaceri della vita come gustare un te o leggere nei cafè. Come gli elfi delle foreste la ragazza Mori è una solitaria che basta a se stessa, non rifugge la compagnia degli altri ma nemmeno la cerca.

Il life style delle Mori girls è ovviamente stato dettato dal loro social networl Mixi.

Qui invece potete trovare la Mori Girl community.