domenica 19 gennaio 2014

La nuova strategia di marketing di Altromercato




Quando sono a Forlì un giro nella Bottega di Altromercato mi capita sempre di farlo, è in centro, vicino a Piazza Saffi, in via delle Torri, sul lato opposto della strada dove quando ero ragazzina andavo a prendere l'autobus per tornare a casa.
Altromercato è un consorzio formato da 118 cooperative e organizzazioni non profit che promuovono il commercio equosolidale attraverso la gestione dei loro negozi, le così dette "botteghe", dove il cliente può trovare molti prodotti, dagli alimenti alla biocosmesi, spaziando per i vestiti e gli accessori, fino ad arrivare ai prodotti per l'igiene della casa ed i complementi di arredo.
Altromercato è la principale organizzazione di fair trade in Italia.
Grazie alla sua esperienza ultraventennale, (è nata infatti nel 1988), circa tre anni fa è riuscita a reclutare come Direttore Creativo di Auteurs du Monde, la sua linea di abbigliamento, la stilista Marina Spadafora. L'obiettivo strategico è quello di creare abiti che possano incontrare i gusti anche di quelle che persone che sono per ora lontane dai valori della moda etica.
Una scelta intelligente che dimostra la volontà di non chiudersi nella nicchia degli attivisti, ma al contrario di volere espandere il proprio mercato acquisendo una fetta di clientela nuova che proviene da competitor del settore moda tradizionale.


Borsa in pelle Auteurs du Monde

La scelta di Marina Spadafora come direttore artistico si è sicuramente rivelata vincente.
In origine l'abbigliamento equosolidale delle Botteghe, anche se di ottima manifattura, era sicuramente più adatto a persone dallo stile alternativo, mentre ora i maglioni, le gonne, i capispalla e gli accessori rispecchiano l'eleganza ricercata di Marina Spadafora, senza comunque perdere la loro identità.

Borsa in pelle Auteurs du Monde
Nella collezione attualmente in sconto i colori predominati sono l'azzurro carta da zucchero, il bordaux, il terra bruciata, il blu e l'ocra rossa.
Fra i materiali usati predomina la lana , l'Alpaca ed il feltro.
L'abbigliamento viene realizzato da artigiani peruviani, indiani ed africani riuniti in laboratori e cooperative, sotto la supervisione della Spadafora.

Retro della borsa Auteurs du Monde
Altromercato garantisce a questi artigiani un ordine minimo annuale ed una retribuzione immediata del 50%.


Io mi solo lasciata tentare da una borsa in pelle color verde acqua con pratica tasca laterale, foderata in tessuto.
La borsa può diventare anche una shopping bag.
Nessun animale è stato ucciso allo scopo di realizzare la borsa; gli artigiani che lavorano per Altromercato prendono la pelle degli animali che sono portati al macello e che diversamente verrebbe buttata come scarto.
Tuttavia chi è un convinto animalista o aderisce alla filosofia vegetariana o vegana potrebbe obiettare che un animale è stato comunque ucciso, anche se per scopi originari diversi, e che questa affermazione, relativa all'utilizzo di parti che sarebbero state altrimenti buttate, risulta comunque debole ed è un modo semplice per lavarsi la coscienza.

Borsa in plastica riciclata di Auteurs du Monde
In questo caso l'ideale per voi sono le borse in plastica riciclata.


Hanno svariati pregi, sono economiche ma robuste, adatte ha chi a uno stile sportivo - casual e conduce una vita frenetica su e giù da treni, autobus, scooter.


Foderate in tessuto e sicure in quanto dotate di cerniera.


Completano i miei acquisti un basco in lana color vinaccia e una sciarpa in cotone color ocra rosso.