mercoledì 14 maggio 2014

Ragioniamo con i piedi, le scarpe ecosolidali


Ballerine in pelle modello Egle
Ogni volta che si avvicina l’estate parto alla ricerca di comode ballerine da usare per tutta la stagione nella afosa Bologna.

Nella città felsinea non sono automunita e mi sposto di conseguenza a piedi o sugli autobus, quindi i tacchi, aihmè, sono off-limits!

Quest’anno ho voluto provare le ballerine Egle realizzate dal calzaturificio Astor Flex.

Le scarpe ecosolidali di Astor Flex vengono vendute dalla società Ragioniamo con i piedi, attraverso l’Apebianca di Forlì, alle fiere e nei mercatini temporanei che vengono organizzati con il supporto dei GAS, oppure on line sull’apposito sito.


La ballerina Egle che ho scelto di colore smoke (a dire la verità mi sembra più un taupe) è facilmente abbinabile e ha svariati pregi: una pianta larga che risulta estremamente comoda per tutti coloro che non hanno il piedino affusolato; un tacco in para (gomma naturale) che consente di ammortizzare l’impatto con il terreno e di evitare spiacevoli mal di schiena; tomaia e fodera in pelle bovina pieno fiore conciata al vegetale senza coloranti, mentre la soletta è in cuoio sempre conciato al vegetale.



La conciatura vegetale della pelle è anche quella che conferisce alla scarpe quel particolare odore di “buono” che tutti i clienti scambiano per profumo.

La pelle viene conciata dalla ditta ITACA srl usando antiche ricette conciarie ed utilizzando esclusivamente prodotti naturali. La pelle viene immersa in una vasca con estratto di castagno e qui rimane per 30 giorni, dopo di che il pellame viene appeso per l’asciugatura, in modo che perda umidità in maniera graduale e naturale.


Con il modello Egle mi sto trovando molto bene, le trovo molto comode e morbide, sono le prime scarpe che non mi “feriscono” il piede al primo utilizzo!

Esistono anche in versione vegan, ovvero con la tomaia in lino biologico, molto fresche.