giovedì 9 aprile 2015

Idee di viaggio: #Brisighella, benvenuti in Romagna, i confini sono sentimentali #bellitalia #tripinItaly #holidays #IloveItaly

Brisighella, Torre dell'Orologio - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, Torre dell'Orologio - Foto di Monica Gatti 
Questo delizioso borgo medievale incastonato nella Valle del Lamone, fa parte della comunità "Borghi più belli d'Italia" e si trova a due passi da casa mia, vicino alla città di Faenza.
Le origini del borgo risalgono alla fine del Duecento, quando Maghinardo Pagani, considerato il più grande condottiero della Romagna, viene infatti citato anche da Dante nella Divina Commedia, edifica su uno dei tre colli quella che divenne la torre fortificata più importante della vallata, ed ai cui piedi si sviluppò il Borgo: la Torre dell'Orologio.


Brisighella, Torre dell'orologio - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, Torre dell'orologio - Foto di Monica Gatti 

La Torre dell'Orologio venne successivamente ricostruita nel 1850, con il caratteristico orologio dal quadrante a sei ore.
La Torre è uno straordinario punto di osservazione insieme alla Rocca.

Brisighella, la rocca - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, la rocca - Foto di Monica Gatti 

Anche la Rocca sorge su uno tre pinnacoli gessosi che dominano il borgo. Venne costruita nel XIV secolo dai Manfredi, signori di Faenza. Attorno alla metà del 1400 venne ristrutturata ed è formata da un poderoso mastio cilindrico, da una torre più bassa e da una cinta muraria trapezioidale.

Brisighella, la rocca - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, la rocca - Foto di Monica Gatti 

La Rocca costituisce un pregevole esempio di architettura militare del periodo di transizione tra Medioevo e Rinascimento.

Brisighella, Antica via degli Asini - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, Antica via degli Asini - Foto di Monica Gatti

L'antica via degli Asini è una vera e propria strada che si trova dentro le case ed è forse l'unico caso al mondo di strada costruita dentro le case che si affacciano sul borgo.

Brisighella, Antica via degli Asini - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, Antica via degli Asini - Foto di Monica Gatti 

Queste sono le case del borgo dentro le quali è costruita la via degli asini, vedete le lunette? Lì c'è la via degli asini.
Originariamente queste case erano un baluardo difensivo, poi divennero il quartiere dei birocciai che con i loro asini trasportavano il gesso proveniente dalle cave vicine.

Brisighella, Parco delle rimembranze - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, Parco delle rimembranze - Foto di Monica Gatti 

Vicino alla stazione ferroviaria si trova il Parco delle rimembranze ideato dal pittore e litrografo Giuseppe Ugonia. La sua fontana monumentale è uno degli angoli più caratteristici di Brisighella.
Giuseppe Ugonia nacque a Faenza ma poi visse ed insegnò sempre a Brisighella. Fu uno dei migliori incisori italiani, la sua fama valicò i confini nazionali e si spinse in Inghilterra e negli Stati Uniti.Moltissime sue opere sono infatti conservate oltre che negli Uffizi, anche al British Museum di Londra.
Brisighella gli ha dedicato un museo che è stato aperto nel 1994 nell'ottocentesco Palazzo della Pretura e che raccoglie circa 400 opere dell'artista.

Brisighella, Fontana vecchia - Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog
Brisighella, Fontana vecchia - Foto di Monica Gatti 

La Fontana vecchia è invece la più antica fonte pubblica del Paese e viene alimentata dalle acque della vicina vena del gesso.

Altri monumenti da vedere a Brisighella:
Le Chiese

  • Chiesa del Suffragio;
  • Chiese di S. Francesco e Santa Croce;
  • La Collegiata;
  • Chiesa dell'Osservanza;
  • Santuario del Monticino e la Pieve di Tho.
I Castelli e le Torri nelle vicinanze
  • Il Castello di Rontana; si raggiunge utilizzando la strada provinciale e si trova a 23 Km da Brisighella;
  • La Torre del Marino: si raggiunge utilizzando la strada provinciale 302 Faenza - Firenze;
  • Il Castello di Ceparano, di cui rimangono solo rovine, si raggiunge utilizzando la strada provinciale Faenza - Modigliana.
I Musei
  • Il museo all'aperto dell'Olio;
  • Il museo geologico all'aperto ex cava del Monticino
Vicino a Brisighella si trova inoltre il Parco regionale della vena del gesso dove è possibile visitare la Grotta Tanaccia. E' inoltre possibile compiere sia delle escursioni a piedi, sia delle escursioni in bicicletta.
Esistono quattro itinerari per una bella comminata: l'Itinerario A - rifugio ca Carné 5 Km e 3 ore di cammino; l'itinerario B - Monte Mauro 11 Km  e 6 ore di cammino; l'itinerario C - Riva di San Biagio 11 Km e 5 ore di cammino e l'itinerario D - Monte Penzola 17 Km e 6 ore e mezza di cammino.

Cosa comperare e cosa mangiare a Brisighella?

Sicuramente le tovaglie e le stoffe con le stampe romagnole, poi l'olio ed il vino e anche lo strudel con le pere volpine, la piadina romagnola, i ravioli di ortiche, patate e rucola, gli stridoli e la spoia lorda la tipica minestra di Brisighella.

Link utili:



Se venite a Brisighella ricordatevi sempre che.....siete i benvenuti in Romagna e che i confini sono sentimentali!

Foto di Monica Gatti La gatita sotto le due torri blog