lunedì 15 maggio 2017

Santuario della Madonna della Corona

Santuario della Madonna della Corona - Foto di Monica Gatti
Mio padre diceva sempre che quando sarebbe diventato anziano avrebbe lasciato la famiglia per darsi alla vita contemplativa e fare il "frate cercantone". Era solito dire che i luoghi dedicati alla cura dello spirito, a qualsiasi religione appartengano, sorgono in luoghi meravigliosi che ti fanno dimenticare le bruttezze del mondo.

Penso che avesse ragione.

Io e Gabry la prima domenica di maggio eravamo stati invitati al matrimonio di due carissimi amici, ma di starcene sabato a Bologna proprio non ci andava, così venerdì abbiamo scelto la nostra meta: il Monte Baldo vicino al lago di Garda, l'obiettivo fare una bella escursione polleggiata di un giorno. 

Questo il nostro tour di un giorno: mattinata al Santuario della Madonna della Corona, pomeriggio a Punta San Vigilio sul Lago di Garda, serata a Mantova e poi rientro a Bologna.

Santuario della Madonna della Corona - Foto di Monica Gatti
Abbiamo deciso di prendercela comoda e così abbiamo prenotato una notte alla Residenza Stella Alpina , di proprietà del Santuario, aperta da marzo a novembre con servizio oltre che di albergo, anche di bar e ristorante.

Camere pulite e spartane, albergo isolato, ma uscire la sera e sentire le voci delle persone che sono a valle e i campanacci delle mucche al pascolo ti conduce dentro una dimensione a cui non siamo forse più abituati.

Residenza Stella Alpina - Foto di Monica Gatti

Proprio vicino alla Residenza Stella Alpina si trova la via che conduce al Santuario della Madonna della Corona.

Lungo la strada di accesso, ed anche all'interno del Santuario si possono ammirare le statue bronzee dell'architetto veronese Raffaele Bonente.

Statue bronzee dell'architetto veronese Raffaele Bonente - Foto di Monica Gatti

Si possono trovare anche molti sentieri del CAI che conducono a Malcesine (delizioso paese affacciato sul Garda, già tappa di un nostro precedente viaggio e a cui avevo dedicato un post). Da Malcesine si può poi prendere la funivia che ti porta in cima al Monte Baldo.

Sentieri Cai che partono dal Santuario della Madonna della Corona - Foto di Monica Gatti
La via che conduce al Santuario è tranquillamente affrontabile anche da chi non è allenato.

Paesaggio del Monte Baldo - Foto di Monica Gatti
La strada è tranquilla e sei completamente immersa nella natura, quando finalmente scorgi il Santuario, sospeso tra cielo e terra, incastonato nella roccia del Monte Baldo.

Santuario della Madonna della Corona - Foto di Monica Gatti
Si dice che qui avessero deciso di vivere degli eremiti legati all'Abbazia di San Zeno a Verona.

La madonna che qui si venera è una scultura che si dice sia stata portata in volo dagli angeli dall'isola di Rodi per non farla cadere nelle mani dell'armata mussulmana di Solimano II.

Oggi il Santuario è visitato oltre che da pellegrini italiani, anche da tedeschi provenienti soprattutto dalla Baviera, da cechi e slovacchi, austriaci, qualche americano e qualche inglese.

Particolare del Santuario della Madonna della Corona  - Foto di Monica Gatti
All'interno del Santuario si trova una scala santa che i devoti salgono in ginocchio pregando.


Veduta dei monti che circondano il Santuario della Madonna della Corona - Foto di Monica Gatti
A chi consiglio questa tappa?

Agli amanti del turismo lento (coloro che amano viaggiare a piedi o con la mountain bike), agli appassionati di fotografia di paesaggio e di architettura; agli amanti del turismo sportivo (si può fare anche canyoning), ovviamente alle persone devote, in quanto la meta rientra nel turismo religioso e a tutti coloro che amano scoprire gli angoli nascosti della nostra bell'Italia.

Prossimo post tutto dedicato a Punta San Vigilio e un pò di buon gossip stile gatita!