domenica 13 agosto 2017

Pillole di Gatita: Longiano

Teatro Petrella, Longiano - Foto di Monica Gatti
Si, lo so, lo so, dovevo parlarvi degli altri giorni di viaggio nella Tuscia e invece no.
Apro una parentesi e vi faccio conoscere Longiano.
Vicino a Cesena, si trova questo delizioso Paese molto vivo culturalmente.
La sua punta di diamante è sicuramente il Teatro Petrella, uno dei più bei teatri storici dell'Emilia - Romagna.
Hanno calcato il suo palcoscenico alcuni dei più grandi nomi del teatro e della musica italiana: dall'istrionico Vittorio Gassman al premio Nobel Dario Fo, dai pianisti Stefano Bollani e Ludovico Einaudi al cantautore Francesco De Gregori.
Pescando nel suo ricco cartellone, vi suggerisco le serate jazz, durante le quali il teatro viene trasformato in un vero e proprio locale dove si può gustare un ottimo vino accompagnati dalle note immortali di John Coltrane o Miles Davis.

Torre della Rocca Malatestiana, Longiano - Foto di Monica Gatti
Come ogni buon Paese dell'Emilia - Romagna anche Longiano ha la sua Rocca che anticamente appartenne ai Malatesta, Signori di Rimini, mentre ora è la sede della Fondazione Tito Balestra.

Veduta della Rocca Malatestiana, Longiano - Foto di Monica Gatti
So già che alla maggior parte delle persone forse il nome del longianese Tito Balestra risulterà sconosciuto.
Balestra era un omone baffuto che ha conosciuto e frequentato l'ambiente artistico e letterario del secondo dopoguerra, scrivendo egli stesso poesie, epigrammi, satire.
Grazie alle amicizie che tesseva, iniziò a raccogliere e collezionare svariate opere d'arte che alla sua morte la famiglia ha deciso di non dividere e disperdere tra gli eredi, bensì di creare una fondazione e di lasciare l'intera collezione a disposizione dei cittadini di Longiano e di chiunque si rechi a visitare la Rocca.

Pozzo del cortile della Rocca Malatestiana, Longiano - Foto di Monica Gatti
Del simpatico personaggio ne ha tracciato una breve descrizione il pittore Guttuso, suo amico:

“La testa piegata all'indietro, le palpebre pesanti, il mozzicone di sigaro, e il suo silenzio nelle conversazioni. Parlava di rado ma sempre in modo conclusivo (…). Era un uomo colto e segreto, un amico sicuro, sul quale si poteva contare, disinteressato e senza compromessi”.

Veduta dall'alto della torre della Rocca Malatestiana, Longiano - Foto di Monica Gatti
Salendo sul torrione meridionale del castello si può ammirare il bel paesaggio collinare, e dalla loggia ancora percorribile, si ha la vista sull'intero Paese.

Veduta di Longiano dalla loggetta del Castello Malatestiano - Foto di Monica Gatti
Longiano è anche sport e beneficenza!
La terza settimana di settembre è infatti dedicata alla 2xbene, gara ciclistica ideata dall'avvocato Roberto Landi, che coniuga sport e solidarietà.


Oratorio di San Giuseppe, sede del Museo dell'arte sacra, Longiano - Foto di Monica Gatti
Tra i suoi musei spicca il Museo dell'Arte Sacra che ha sede presso l'oratorio di San Giuseppe e la Galleria delle Maschere, che si trova vicino al Teatro Petrella e raccoglie le sculture dedicate alla commedia dell'arte.

Torre della Rocca Malatestiana, Longiano - Foto di Monica Gati
Longiano a dicembre diventa poi il paese dei presepi!
A questo punto non mi resta che augurarvi una buona escursione in questo bellissimo borgo di Romagna!